Tutela cautelare processo amministrativo: spiegazione + schemi

Tutela cautelare processo amministrativo: il processo amministrativo è un tipo di procedimento giurisdizionale che può essere utilizzato da parte di una persona, fisica o giuridica, per ottenere:

  1. la tutela di un interesse legittimo di cui si è titolari;
  2. il risarcimento per il danno subito a causa della lesione di un proprio diritto soggettivo e/o di un proprio interesse legittimo.

Ho spiegato in un altro articolo il processo amministrativo in un altro mio, oltre che nel video Processo Amministrativo. Se devi studiare la tutela cautelare amministrativa ma ancora non hai capito bene come funziona il processo amministrativo ti invito a partire da questi contenuti.

Se invece il funzionamento del processo amministrativo ti è chiaro e vuoi capire meglio come funziona la tutela cautelare amministrativa non ti resta che arrivare in fondo a questo articolo e vedere il video che ho preparato per te.

Devi sapere che il processo amministrativo ha una durata molto lunga (a volte possono passare anche anni prima che venga fissata la prima udienza!); proprio per questo motivo la tutela cautelare nel giudizio amministrativo ha assunto un ruolo fondamentale.

Addirittura in molti casi aver vinto la fase cautelare del processo amministrativo si sostanzia in una vittoria dell’intero processo. Cerchiamo allora di capire meglio cos’è la tutela cautelare nel processo amministrativo.

Quali sono le misure cautelari nel processo amministrativo?

Il processo amministrativo, conosce una vasta gamma di misure cautelari che spaziano da: la sospensione del provvedimento impugnato e l’ingiunzione al pagamento di somme, passando attraverso il sequestro conservativo e le misure urgenti ex art. 700 c.p.c.

In questa sede ci occuperemo della misura cautelare più “storica” e di più frequente utilizzo ovvero la sospensione del provvedimento amministrativo.

L’esigenza di garantire che il ricorrente non subisca un danno a causa del tempo necessario ad ottenere una sentenza, è espressione del più generale principio di pienezza ed effettività della tutela giurisdizionale, rinvenibile negli artt. 24 e 113 Cost., nonché dal principio del giusto processo di cui all’art. 111 Cost.

Banalizzando quindi la tutela cautelare amministrativa consiste nella richiesta di sospendere il provvedimento amministrativo impugnato nelle more del processo.

La tutela cautelare può essere chiesta:

  1. ante causam: cioè prima dell’instaurazione del processo di cognizione ordinaria;
  2. oppure quando è già in corso un processo

In entrami i casi tale tutela si definisce sommaria, perché, a differenza della tutela “normale” (cioè il ricorso giurisdizionale), procede per le vie più brevi, e attraverso indagini più superficiali e meno complete senza mai dare luogo a sentenze che producano l’accertamento del giudicato descritto nell’art. 2909 c.c.

La sommarietà in poche parole significa che l’attività logico – giuridica che il giudice è chiamato a fare ai fini della pronuncia del provvedimento consiste nell’analizzare ed esternare nella motivazione i profili che, ad un sommario esame, inducono ad una ragionevole previsione sull’esito del ricorso.

Proprio per questa natura sommaria i provvedimenti cautelari non hanno il carattere della definitività, ma sono caratterizzati dalla provvisorietà rispetto alla decisione di merito. Questo significa che una volta pronunciata la sentenza che decide sul giudizio l’ordinanza cautelare perderà ogni effetto.

I presupposti della tutela cautelare nel processo amministrativo

I presupposti per il ricorso alla misura cautelare sono:

a) il periculum in mora, ossia il rischio che, nella pendenza del giudizio, dall’esecuzione dell’atto impugnato derivino danni gravi ed irreparabili per il ricorrente. La sussistenza di questi danni evidentemente va valutata tenendo conto di quanto tempo si ritiene necessario per giungere alla decisione di merito e di come tale tempo possa influire negativamente sull’aspettativa del ricorrente.

b) il fumus boni juris, e cioè un giudizio positivo, di carattere sommario, in merito alla fondatezza del ricorso. Il giudice deve quindi motivare quali profili dell’istanza inducono a fare ragionevolmente ritenere che il ricorso abbia un esito favorevole al ricorrente.

Tutela cautelare (processo amministrativo riassunto)

Veniamo ora alla parte che più ci preme ovvero a come poter studiare, ricordare e memorizzare al meglio la tutela cautelare nel processo amministrativo.

Capire come funzionano le cose nella pratica e come nello specifico si svolge la fase cautelare del processo amministrativo ti sarà di grandissimo aiuto. Come spiego diffusamente nel mio videocorso SDF, conoscere la pratica del diritto è uno dei segreti per agevolare il processo di memorizzazione.

Purtroppo però quasi nessuno all’università si sforza di integrare con la pratica le nozioni teoriche che offre. Per questo motivo oggi, come avvocato che “qualche” processo lo ha fatto, con SDF cerco di colmare queste lacune. In particolare per quanto riguarda il processo amministrativo, mi è capitato nell’ultimo anno di occuparmi di vari processi amministrativi. Per questo ho deciso di fare un video pratico per spiegare come vanno le cose con riferimento a quella che è una delle parti più importanti di questo rito: la tutela cautelare.

La tutela cautelare è il cuore, l’essenza del processo amministrativo e presto capirai perché. Se prima di iniziare con la tutela cautelare amministrativa vuoi capire meglio il funzionamento del processo amministrativo in generale, ti consiglio di non perderti questo articolo + video in cui faccio un riassunto del processo amministrativo. Come tutti i miei riassunti, anche questo sul processo amministrativo vuole essere molto semplice e accessibile anche per chi non è un giurista o non sta studiando giurisprudenza.

Detto questo; se hai in testa un valido riassunto del processo amministrativo sei ufficialmente pronto per passare alla tutela cautelare.

Per aiutarti nell’apprendere questa parte del processo amministrativo ho deciso di preparare un “riassunto” della tutela cautelare nel processo amministrativo. Per essere più precisi non si tratta di un semplice riassunto che potresti trovare ovunque ma di schemi della tutela cautelare nel processo amministrativo realizzati con il metodo Studiare Diritto Facile facilmente scaricabili e in formato PDF.

tutela cautelare processo amministrativo

Inutile dire che se vuoi avere una visione davvero chiara della materia e fissare nella mente la tutela cautelare nel processo amministrativo questo riassunto che ho preparato per te nel video ti consiglio di scaricarti e gli schemi (che potrai usarli per ripassare dopo aver visto il video).

Quindi, ricapitolando; per affrontare al meglio il tuo esame sulla giustizia amministrativa (e quindi sul processo amministrativo, inclusa la fase cautelare):

  1. se sei nuovo da queste parti e è la prima volta che senti parlare del metodo Studiare Diritto Facile, corri a capirci qualcosa di più cliccando qui;
  2. guarda il video sulla tutela cautelare amministrativa per capire in concreto come funziona;
  3. scarica il primo FOCUS SCHEMI sulla giustizia amministrativa argomento “tutela cautelare”;
  4. assicurati di essere parte del gruppo chiuso SDF Cooperation su FB per sapere quando arrivano nuove uscite di FOCUS SCHEMI e per partecipare ai sondaggi in cui cerco di capire quali sono le materie e gli argomenti più richiesti per nuovi FOCUS;
  5. scopri il videocorso SDF se vuoi fare decollare il tuo studio.

Come al solito per vedere lo schema che commento nel video… clicca qui.

tutela cautelare processo amministrativo schemi SDF Silvia Zuanon